7 Dicembre 2015 - Appunti di giornata. La quattordicesima di andata.

Il Cittadella (29 punti) supera brillantemente la prova di Pordenone (prima sconfitta interna) e si conferma in testa alla classifica. I padroni di casa (19 punti), privi dello squalificato Pederzoli, passano in vantaggio con Boniotti al 13’, ma la partita si capovolge tra il 21’ e il 34’ con i gol di Litteri (sesto centro stagionale) e Bizzotto. In avvio di ripresa gara chiusa da Chiaretti (48’).
Si conclude senza gol l’atteso scontro tra Reggiana (21 punti) e Pavia (23 punti), due squadre che non vincono da oltre un mese (da 5 partite i pavesi, da 6 gli emiliani). Molto meglio i padroni di casa, i cui assalti si infrangono per due volte sui legni della porta avversaria.
Tre punti importanti per il Bassano (24) che supera 3-2 il Lumezzane (13 punti e quarta sconfitta consecutiva). Settimana tribolata per i giallorossi che hanno rescisso il contratto con Zanella (positivo al controllo antidoping) e perso Germinale per tutta la stagione (lesione al crociato). Primo centro stagionale per Pietribiasi al 33’; raddoppio di Falzerano al 55’. Poi il ritorno dei bresciani che rimontano con Nossa al 61’ e Mancosu, dieci minuti dopo (gol molto contestato). Sigillo definitivo di Proietti al minuto 78.
Avevamo detto la scorsa settimana che affrontare la Giana (18 punti) sarebbe stato difficile per chiunque e lo è stato per la Cremonese (22 punti) che, grazie al nono gol di Brighenti in pieno recupero, acciuffa il pari interno dopo il vantaggio di Pinto al 66’. Nel primo tempo anche una traversa colpita dal neo capocannoniere del girone.
Dopo 4 vittorie si ferma la corsa di Aimo Diana sulla panchina della Feralpisalò (24 punti) battuta in casa da un sempre più convincente Cuneo (22) che si affaccia nelle zone alte della classifica. Gol vittoria di Corradi a metà ripresa. Piemontesi al quarto successo di fila in trasferta con 21 punti conquistati in 9 giornate.
Bepi Pillon è il nuovo allenatore del Padova (18) e si presenta al suo pubblico con un eloquente 3-0 a spese dell’Albinoleffe (11): strada spianata da un errore di Amadori che regala a Neto Pereira il pallone del vantaggio al 41’. Partita chiusa dalla doppietta di Perilli (5 reti) nella ripresa, al 58’ su punizione e al 71’.
Il Sudtirol (23) torna a vincere al “Druso” superando, a fatica, la Pro Patria (3). Vantaggio su rigore (unico di giornata) con Gliozzi; pareggia Marra al 61’, ma il sigillo definitivo è di Bassoli al 89’.
Sempre più nei guai il Renate (9) battuto in casa dal Pro Piacenza (18): nella ripresa a segno Barba (56’) e Sall (63’). E’ la quarta vittoria esterna per la squadra di Viali che al “Garilli” non ha ancora regalato i 3 punti ai propri tifosi.
E stasera tocca ai Grigi (ore 20) che sfidano il Mantova in una partita che può dare un significato ben preciso alla classifica. Un mese di dicembre intenso per la truppa di Mister Gregucci che sabato prossimo (17,30) ospiterà il Sudtirol, martedì 15 (19,15) giocherà a Marassi contro il Genoa in Tim Cup e domenica 20 sarà di scena a Reggio Emilia (17,30).

UFFICIO STAMPA U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912