17 Febbraio 2020 - Appunti di giornata: la settima di ritorno.

Seconda sconfitta stagionale per il Monza che rilancia la Juve U23 in zona playoff; ancora uno stop per il Pontedera; l’Alessandria torna a vincere in casa; questa sera Carrarese-Renate, gara da secondo posto.

Sorpresa: il Monza (60) perde in casa la seconda partita di campionato contro la Juve U23 (33) condannato da due gol dell’ex, Ettore Marchi. Capolista in vantaggio con Finotto (8) nel primo tempo; Anastasio centra la traversa in avvio di ripresa ma il protagonista diventa poi Paletta che porta gli ospiti due volte sull dischetto, prima per un fallo di mano e dopo per un contatto in area proprio su Marchi, implacabile dagli 11 metri, al 74′ e al 77′. Tra le inseguitrici ennesima sconfitta per il Pontedera (42), la terza nelle ultime cinque partite, battuto in casa dalla brillantissima Giana (26), alla quarta vittoria consecutiva. Decisivi, nella ripresa, Pinto e Perna (7), quest’ultimo su rigore nel recupero.
Robur Siena (39) momentaneamente al quarto posto dopo il pari in casa della Pistoiese (33): ospiti avanti grazie ad un’autorete di Dametto al 80′, in superiorità numerica per l’espulsione di Vitiello, ma raggiunti da un rigore di Falcone al settimo minuto di recupero.
A 38 punti, l’Albinoleffe agguanta il Novara vincendo lo scontro diretto: partita caratterizzata da un blackout elettrico nel primo tempo e decisa al 71′ da Cori (7).
L’Alessandria (37) non vinceva in casa dal 15 dicembre: lo fa contro il Lecco (28) dell’ex D’Agostino. Doppio vantaggio dei Grigi, nel primo tempo, con un colpo di testa di Cosenza su azione d’angolo e con un gran sinistro di Celia allo scadere. Nella ripresa accorcia Bobb e, successivamente, sono sciupate favorevoli occasioni da Arrighini e Sciacca, oltre a un gol annullato ad Eusepi.
Grande lotta in coda. Nell’anticipo di sabato prima vittoria del Gozzano (22) con Soda in panchina: partita che vale doppio, essendo uno scontro diretto, a discapito della Pianese (24) che interrompe la serie di 4 pari consecutivi. Decide Momentè (7), su rigore, al 52′. Da segnalare un palo di Fedato al 68′. Seconda vittoria di file per l’Olbia (22) e quarto risultato utile a Como (32): decide Cocco nel primo tempo; poi, nel recupero, Aresti para un rigore a Gabrielloni.
La Pergolettese (24) ricaccia nei guai la Pro Vercelli (31): al rigore di Bortoluz dopo 4 minuti, risponde, sempre dal dischetto, Petrovic al 72′ ma la gara è decisa dal colpo di testa di Bakayoko al 90+3.
Questa sera si chiude con la sfida tra Carrarese (39) e Renate (43) che promette spettacolo.