Gioca al Mocca

Schermata 2015-07-01 alle 11.52.18
Il progetto GiocAlMocca nasce da un’idea dell’Alessandria Calcio. L’intento è di valorizzare il concetto di sport praticato, come espressione di uno stile di vita più sano e più attivo, nella convinzione che giocare e fare movimento faccia bene al corpo, contribuisca a socializzare, stimoli il confronto e le relazioni, insegnando al contempo regole precise di comportamento e vita quotidiana.

La collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale di Alessandria, con il Gruppo Intesa Sanpaolo, Centrale del Latte di Alessandria e Asti e Acerbis consentirà di realizzare una serie di interventi e attività volti a riflettere su questi concetti. La testimonianza dei calciatori e dei dirigenti aiuterà a spiegare il senso di una professione che porta con sé divertimento, ma anche impegno e stile di vita corretto e responsabile. Un’ulteriore opportunità arriverà dall’intervento di tecnici e allenatori, che nelle diverse scuole andranno a introdurre le regole del calcio, i suoi segreti e i suoi mille modi di essere interpretato e giocato.

L’Alessandria Calcio, dunque, con GiocAlMocca sviluppa idee e attività che fanno parte del proprio patrimonio e delle proprie precise convinzioni, coinvolgendo in questa iniziativa il mondo della scuola e le famiglie, per la crescita di giovani educati e sobri nelle abitudini, nei consumi e nei comportamenti, nella vita di tutti i giorni, nel tempo libero, a scuola, all’aria aperta.

Le diverse attività si svolgeranno dapprima nei singoli istituti, per poi trasferirsi con la bella stagione sul prato dello Stadio Moccagatta e prendere contatto diretto con la realtà dove l’Alessandria “gioca”. Grande attesa per l’evento finale, previsto sempre allo stadio, con la partecipazione di tutti i bambini coinvolti nel progetto e delle loro famiglie.

A proposito di GiocAlMocca, Cristina Balbo, direttore Area Val D’Aosta e Piemonte Nord Est di Intesa Sanpaolo ha dichiarato: “Lo sport è una palestra di vita: la sana competitività, la disciplina, il rispetto delle regole, l’impegno a conseguire obiettivi sempre più sfidanti non solo concorrono alla formazione di una personalità armonica ed equilibrata, ma predispongono anche all’apertura verso valori più elevati, quali la partecipazione sociale, la cultura, la solidarietà. Intesa Sanpaolo condivide questi valori e, per questo, sostiene da sempre la realizzazione di eventi come quello promosso dall’Alessandria Calcio capaci di coinvolgere le giovani generazioni ma anche di stimolare benefici per l’intera comunità. Oltre a proporre un valido modello per lo sviluppo dell’individuo come singolo, questa iniziativa consente infatti di mettere in giusta luce l’importanza, fin dall’infanzia, di alimentarsi in modo sano e corretto, di abituarsi a ridurre consumi e sprechi, di adottare in generale comportamenti che, sommati tra loro, possono migliorare in modo durevole la qualità della vita e il benessere collettivo. Tutti temi che giocano a favore della cultura della sostenibilità, e nei quali il Gruppo Intesa Sanpaolo è parte attiva, come testimonia il ruolo di Global Banking Partner a Expo 2015.

Sull’iniziativa ha espresso il proprio plauso anche Antonino Meduri, Reggente dell’Ufficio Scolastico Provinciale il quale ha precisato come GiocAlMocca possa costituire “utile strumento educativo per coinvolgere alunni, docenti e genitori e sottolineare con essi come il calcio possa essere restituito ai bambini come strumento idoneo per incontrarsi, apprendere rispetto delle regole e degli altri, acquisire stili di vita sani e attivi”.

Conosciamo l’impegno che l’Alessandria Calcio profonde nel valorizzare l’idea di sport come gioco ma anche corretta applicazione di modelli di comportamento, tra cui anche l’alimentazione,  ha puntualizzato Alfredo Di Meo, Presidente della Centrale del latte di Alessandria e Asti. “Da questa consapevolezza deriva il nostro impegno e il nostro sostegno a GiocAlMocca”.

 Acerbis, sponsor tecnico dell’Alessandria Calcio, che accompagnerà il cammino di GiocAlMocca con la fornitura del materiale per le attività nelle scuole, ha sposato con entusiasmo questa iniziativa perché “l’investimento che abbiamo fatto nel calcio è un investimento che punta a situazioni innovative che vogliono valorizzare al meglio l’immagine di questo sport”.