30 Novembre 2021 - Prossima avversaria: il Pordenone.

E’ alla terza stagione consecutiva in serie B: nel 2020 (Tesser in panchina) ha raggiunto il quarto posto, perdendo la semifinale play off contro il Frosinone. Lo scorso campionato lo ha chiuso al 15esimo posto (in panchina prima Tesser e poi Domizzi). L’esordio tra i cadetti era avvenuto grazie alla vittoria nel girone B della serie C nel 2019. In precedenza aveva giocato e perso due semifinali play off mentre nel 2015 era retrocesso in serie D, dopo i play out, per essere successivamente ripescato.

La Proprietà – Mauro Lovisa (1964) imprenditore di Rauscedo (frazione del comune di San Giorgio della Richinvelda in provincia di Pordenone) è uno dei proprietari della Vitis (società cooperativa agricola). E’ al vertice del club, di cui è stato anche giocatore, dal 2015. La Vitis è un’azienda vivaistica leader mondiale nella produzione di barbatelle (ciclo della vite da uva). E’ anche Consigliere di Lega.

L’Area Tecnica – Bruno Tedino (Treviso, 1964) è il terzo allenatore della stagione dopo Massimo Paci (2 partite) e Massimo Rastelli (6 partite). Ex Entella, Teramo, Palermo, ex selezionatore di U16 e U17 azzurre, torna in Friuli per la terza volta dopo le esperienze del 2015-17 e del 1999-2001 (in serie D). Il vice è Carlo Marchetto con il mister dal 2015. Il Direttore Sportivo è Emanuele Berrettoni, 91 partite e 18 gol in neroverde dal 2016 al 2019.

Come gioca – Tedino utilizza il 4-3-3 con Perisan in porta; Valietti (al posto dello squalificato El Kaouakibi), Camporese, Barison e il rientrante Falasco nella linea difensiva; Magnino, Pasa e Zammarini a centrocampo con Pinato e Petriccione nelle rotazioni; Cambiaghi, Pellegrini e Folorunsho il trio offensivo se permane l’indisponibilità di Tsadjout.

Dove gioca – Il primo anno in B ha disputato le partite casalinghe a Udine e Trieste. Dallo scorso campionato il campo è il “Guido Teghil” (4700 posti) di Lignano Sabbiadoro, impianto già utilizzato dalla Nazionale di rugby e dove sono stati organizzati numerosi concerti.

Il Mercato – Movimenti in tutti i reparti. In difesa Sabbione dal Bari (era a Carpi), il magrebino El Kaouakibi dal Bologna (era al S.Tirol), Valietti dal Genoa (era a Carrara). A centrocampo Pinato dal Sassuolo (era a Cremona), l’italo nigeriano Folorunsho dal Napoli (era alla Reggina), Petriccione dal Crotone, il polacco Kupisz dalla Salernitana. In attacco il camerunense Tsadjout dal Milan (era al Cittadella), Ciciretti dal Napoli (era a Verona sponda Chievo), il senegalese Sylla, 19 gol a Gozzano in serie D.

La Stagione – Quattro pareggi e tante recriminazioni. Un punto con Rastelli (1-1 casalingo con la Reggina), tre con Tedino: il pari di Pisa con la “papera” di Nicolas; 2-2 con la Cremonese con pari acciuffato da Zammarini al secondo minuto di recupero; stesso risultato a Frosinone con gol dello “specialista” Charpentier al 90+6′.